I nativi digitali sviluppano con le nuove tecnologie una relazione che pervade ogni ambito della quotidianità, dal gioco alle relazioni sociali, dalla comunicazione all'informazione.
Evidenze scientifiche dimostrano che tali strumenti, se non usati in modo corretto e consapevole, possono provocare danni alla salute psico-fisica e interferire con l'apprendimento e la vita relazionale.
Intervenire precocemente è un'importante e vincente strategia preventiva, che consente di cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e minimizzarne i rischi per la salute fisica e mentale di bambini e ragazzi.

L'ambiente familiare è il luogo in cui avviene il primo contatto con le tecnologie ed è quindi di fondamentale importanza la partecipazione educativa e attiva dei genitori all'esperienza digitale dei bambini. E' necessario inoltre trasmettere e condividere insieme ai più piccoli il piacere di fare altre attività come stare all'aria aperta e relazionarsi con gli altri, leggere insieme, ascoltare la musica, giocare e fare attività fisica.

Sulla scia di queste riflessioni il Centro per la Salute del Bambino Onlus in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri, ha svolto un'indagine per comprendere le abitudini di utilizzo dei dispositivi digitali delle famiglie con bambini da 0 a 6 anni

Pubblichiamo qui i risultati della ricerca e alcuni suggerimenti per genitori.